musica banner

Home Classic Rock #4 - marzo 2013
#4 - marzo 2013

classic rock lifestyle-04Intervista:
la traduzione adattata della storia di Sabotage, il disco dei Black Sabbath che ha segnato l'inizio della fine della band con Ozzy Osbourne. Dall'originale di Paul Elliot.
Bill Ward crede che sia stata una grande forza di volontà quella che ha portato i Black Sabbath a terminate Sabotage: «Abbiamo preso qualche legnata, ma siamo andati avanti. Eravamo una band tosta, anche se per quando abbiamo finito l’album eravamo completamente sfatti». E per la fine dell’anno, i Black Sabbath realizzarono quanto avevano perso nella loro battaglia contro Patrick Meehan: «Abbiamo dovuto liquidarlo per uscire da quel contratto - commenta Butler - e ci è costato migliaia di dollari in avvocati. Poi è arrivato un salatissimo conto dalle tasse: quelli dell’agenzia delle entrate non erano molto comprensivi con noi, ci facevano una colpa dell’essere ingenui. La maggior parte dei soldi che avevamo guadagnato finirono così: tra tasse e avvocati».

Intervista:
Diciassette album in studio, trentaquattro di attività, un’età media di quasi cinquantacinque anni: sono i numeri dei Marillion che con l’ultimo disco Sounds That Can’t be Made si sono presi la corona di re del prog del nuovo millennio. Mark Kelly racconta il nuovo disco e la tournée che li ha portati a Milano con ben due date consecutive: «Tutto per i nostri fan!»

27 febbraio 2013