musica banner

Home GIORNALISMO Musica
#28 - marzo 2015

classic rock lifestyle-28Intervista:

A cinque anni dalla reunion, i Toto rompono gli indugi e pubblicano il loro tredicesimo lavoro in studio, il primo dopo ‘Falling in Between’ del 2006, che intitolano scaramanticamente “XIV”.  Alla vigilia del nuovo tour mondiale Steve 'Luke' Lukather parla di quella che è stata una vera e propria fatica da portare a termine.

 

28 febbraio 2015

 
*** STOP PRESS ***

stop press-soad will be backNel settembre 2014 nasce l'idea di una retrospettiva sui System of a Down per Classic Rock Lifestyle e parte la richiesta di un'intervista. Vista la mancanza di conferme dai canali ufficiali, si prova la strada del contatto diretto con il management estero e con i singoli membri. In ottobre risponde la loro manager:

Thanks for reaching out. SOAD is not currently available for interviews but please don't hesitate to reach out in the coming months.

il 17 novembre sul sito della band viene pubblicata la news di un concerto per Natale; il 25 annunciano un tour chiamato Wake up The Souls per l'aprile del 2015. L'11 dicembre, sempre sul sito ufficiale, viene presentata una valanga di nuovo merchandising. L'unico a rispondere, sollecitato sul suo sito personale, è John Dolmayan, che in maniera molto carina, evita tutte le domande dirette, limitandosi a dare informazioni sul suo progetto solista di cover, These Grey Men, e sulla sua azienda di fumetti Torpedo Comics. Dopo innumerevoli scambi di e-mail, a fine gennaio scrivono:

"We're not really doing too many interviews right now.  We're being very selective about who the band is talking to.  Unfortunately, we kind of got burned by another international publication that was supposed to be covering the cause, and didn't end up doing so.  So we're greatly limiting who the band speaks to right now.  I would say this is a hold for now".  

La 'causa' di cui parlano è il genocidio armeno dell'aprile 1915, che la band ha - ovviamente - molto a cuore. La risposta è educata, ma ferma: "Sono esterrefatto da questo tipo di risposte: mi dispiace che qualcuno li abbia 'scottati' ma non possono fare di tutta la stampa un fascio. Posso solo portare a mio sostegno le interviste fatte in 25 anni di carriera. Data l'imminenza del tour e i tempi editoriali, devo scrivere ugualmente il mio articolo: se non vogliono avere un contraltare non posso fare altro".

Un mese dopo, la posizione ufficiale è questa: la mail ricevuta li ha molto indispettiti (O___o), non ci sarà più nessuna possibilità di riaprire il dialogo. L'articolo per Classic Rock verrà messo in stanby sino a data da destinarsi.

25 febbraio 2015

 
#2 - febbraio 2015

metal maniac-02 15Intervista:
Danko Jones: vent'anni di gavetta per arrivare a farsi conoscere. Ne parla con soddisfazione ma anche un pizzico di risentimento.

Intervista:
Anvil: Tommy Massara degli Extrema me li ha fatti conoscere come la band più sfigata del pianeta. La loro fortuna, che oggi li fa finalmente vivere di rock, a sessanta e passa anni suonati, è stato un film autobiografico. Ce ne parlano a lungo durante il loro ultimo tour italiano.

Intervista:
Revolution Saints: Deen Castronovo racconta di come Serafino Perugino della Frontiers gli abbia cucito addosso questo disco e questo gruppo.

Recensioni:
Maniac Album per il gradito ritorno di Marilyn Manson e per il nuovo disco degli Scorpions, impegnati nel tour del cinquantennale. Curiosi i Ciccone Ritchie, grandiosa l'operazione sulla musica della Hollywood anni Ottanta che la Eonian ha sfornato con i cofanetti di ‘Rock’n’Roll Rebels and the Sunset Strip’. Book of Blood dedicato alla vita di Paul Stanley, pubblicato dalla Tsunami.

10 febbraio 2014

 
#27 - febbraio 2015

classic rock lifestyle-27Intervista:

JohnnyX, singer nativo americano della 'Strip' parla dei cofanetti che ha curato per la Eonian e dei - tanti - gruppi che hanno fatto la storia della Holliwood degli anni Ottanta.

Intervista:
Eric Mårtensson degli svedesi Eclipse parla del nuovo disco Armageddonize e della sua passione per la produzione, comodamente svaccato a Tobago, nei Caraibi.

Intervista:
Palmer degli EL&P parla della ristampa di “Trilogy”, dei primi anni Settanta, di Giger, del perché la PFM rifiutò di suonare in America, della sua nuova forma d'arte 'visuale'.

Intervista:
I Revolution Saints sono un supergruppo che ruota attorno alla figura del batterista/cantante Deen Castronovo, conosciuto ai più per per il suo lavoro con Journey e Bad English. Il chitarrista Doug Aldrich dice la sua su questo supergruppo, di come abbia scoperto il bar segreto di Elvis e di come abbia abbandonato i Whitesnake dopo dodici anni.

28 gennaio 2014

 
#1 - gennaio 2015

metal maniac-01 15Intervista:
Glenn Hughes arriva in Italia con i California Breed ma senza Jason Bonham. Prima di un concerto da sogno, lo incontriamo sul tour bus dove ci parla di tutto...

Poll di fine anno:
Venite a leggere i pensieri più intimi dei vostri redattori preferiti.

Recensioni:
Danko Jones è stato una scoperta, i goth-industrial australiani Graveyard Rockstars sono molto interessanti, buoni anche gli svedesi retrorocker Eclipse, spettacolari i Revolution Saints di Deen Castronovo, Jack Blades e Doug Aldrich.

10 gennaio 2014

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 20 di 52